Ecomuseo delle Orobie

“La Strada Verde: tra acqua, ferro e legno”

L’Ecomuseo coinvolge il territorio della Comunità Montana di Scalve e parte dei territori confinanti della Comunità Montana di Valle Seriana Superiore e Valle Camonica, in provincia di Bergamo e Brescia.

L’elemento catalizzatore è l’ex statale 294 “Strada verde”, attorno ad essa si è delineato un “Museo Ambiente”, reticolo d’attività sviluppatesi attraverso il patrimonio territoriale ed i saperi delle popolazioni che, da risorse indifferenziate, diventano giacimento culturale fruibile da tutti.

Il territorio degli Orobi, omogeneo per gli aspetti ambientali e culturali, si caratterizza, dalla bassa valle alle cime Orobiche, sui temi degli antichi mestieri e tradizioni del lavoro dell’acqua, del ferro e del legno.

Per valorizzare al meglio le specificità locali, si declina in forma partecipata e al tempo stesso con la riproposizione delle antiche vie degli Orobi attraverso itinerari rappresentativi delle diverse diverse identità locali ma comuni negli aspetti identitari e storici dei luoghi.

L’ecomuseo delle Orobie è un’istituzione culturale riconosciuta dalla Regione Lombardia attraverso la legge 13 del 12 luglio 2007 ed è strutturata come un’associazione di Comuni (Ardesio, Azzone, Borno, Colere, Gandellino, Gromo, Paisco, Parre, Schilpario, Valbondione, Vilminore di Scalve) con statuto e regolamento proprio.

L’ente capofila è la Comunità Montana di Scalve.

AA